L?ÇÖinterfaccia Multi-Touch: un sistema innovativo che far?á scomparire monitor e tastiera

Uno schermo sensibile al tocco offre all’utenza un’infinita gamma di soluzioni per l’interattività. Volta per volta basta rappresentare sullo schermo un comando e assegnare alla pressione in quel determinato punto una specifica funzione e il gioco è fatto: non servono più dispositivi di input come tastiere e mouse e si può impiegare lo schermo come universo input/output completo per l’interazione più coinvolgente.

Su questo scenario tecnologico competono numerosi modelli interattivi, tutti ansiosi di aggiudicarsi l’apprezzamento delle compagnie hardware e software più direttamente coinvolte nella determinazione del futuro dell’informatica. Tra tutti i modelli si distingue quello messo a punto dal team di Jeff Han, il Multi-Touch.

Si tratta di un sistema di interazione basato su un monitor con tecnologia FTIR (Frustrated Total Internal Reflection). Lo schermo retroilluminato misura 36″x27″ ha una risoluzione superiore a 0.1″ a 50Hz.

Mediante il protocollo OpenSound Control via UDP vengono trasferite le informazioni di derivanti dalla pressione del dito dallo schermo al PC rendendo possibili interazioni finora inaspettate.

L’obiettivo è quello di portare anche ad altri dispositivi questo tipo di tecnologia: sicuramente telefonini, desktop PC, tablet PC potrebbero giovarsene in modo ampio.

Altre tecnologie interessanti in questo senso sono la Touchlight sviluppata in casa Microsoft e quella progettata dal Politecnico di Milano denominata Tai-Chi (Tangible Acoustic Interfaces for Computer-Human Interaction).

Video futuristico sulle potenzialit??? del Multi Touch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 1.464,8438
T5 = 1.464,8438
T6 = 1.464,8438
T7 = 1.464,8438 > 13073,02 > 13073